Impara l’Italiano con Francesco d’Assisi

Ciao!

La cosa meravigliosa dell’imparare una lingua è poter leggere ed ascoltare le parole di grandi personaggi che hanno segnato la storia.

Beh, pensando all’italiano uno dei personaggi più marcanti è senza dubbio Francesco d’Assisi. Ed è proprio per questo che nell’episodio n. 17 del podcast di Italiano con Amore impariamo l’italiano proprio con San Francesco, parlando del suo famosissimo Cantico delle Creature.

 

Il Cantico è la preghiera di lode che San Francesco rivolge a Dio e alle sue creature, ed è considerato il primo testo poetico della letteratura italiana.

In questo articolo leggerete la parte di Cantico che vi leggo nell’episodio e poi potrete fare un esercizio di comprensione, ascoltando una canzone ispirata proprio al testo di Francesco.

 

Per ascoltare l’episodio clicca qui:

 

Questo è il brano che potete ascoltare nel podcast, è forse la parte più famosa del Cantico, quella in cui Francesco ringrazia per gli elementi della natura:

Lodato sii o mio Signore, per sorella luna e le stelle: in cielo le hai create, lucenti, preziose e belle.

Lodato sii, o mio Signore, per fratello vento, per l’aria, per il cielo; quello nuvoloso e quello sereno, rendo grazie per ogni tempo tramite il quale mantieni in vita le tue creature.

Che tu sia lodato, mio Signore, per sorella acqua, la quale è tanto utile e umile, preziosa e pura.

Lodato sii mio Signore, per fratello fuoco, tramite il quale illumini la notte. Il fuoco è bello, giocondo, vigoroso e forte.

Lodato sii, mio Signore, per nostra sorella madre terra, la quale ci nutre e ci mantiene: produce frutti colorati, fiori ed erba.

 

E se siete curiosi di leggere la versione originale in italiano antico eccola qua: 

Laudato si’, mi’ Signore, per sora luna e le stelle, in celu l’ài formate clarite et pretiose et belle.

Laudato si’, mi’ Signore, per frate vento et per aere et nubilo et sereno et onne tempo, per lo quale a le tue creature dài sustentamento.

Laudato si’, mi’ Signore, per sor’aqua, la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta.

Laudato si’, mi’ Signore, per frate focu, per lo quale ennallumini la nocte, et ello è bello et iocundo et robustoso et forte.

Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba.

 

Le parole di Francesco erano in origine accompagnate da una musica, che purtroppo non è arrivata fino a noi. Alcuni cantanti italiani, però, hanno deciso di reinterpretare il Cantico delle Creature mettendolo in musica. 

Vi consiglio due versioni: 

1. La versione di Angelo Branduardi, che potete ascoltare qui.

2. La versione di Claudio Baglioni, scritta per il film Fratello Sole, Sorella Luna, che trovate qui.

 

PER PRATICARE:

Ascolta la canzone Dolce Sentire di Claudio Baglioni e completa il testo con i verbi mancanti:

 

Dolce ________

come nel mio cuore

ora, umilmente,

__________ amore.

 

Dolce capire

che non _____ più solo

ma che _____ parte

di una immensa vita,

che generosa

________ intorno a me:

dono di Lui,

del Suo immenso amore.

C’_______ il cielo

e le chiare stelle,

fratello Sole

e sorella Luna;

la madre Terra

con frutti, prati e fiori

il fuoco, il vento,

l’aria e l’acqua pura,

fonte di vita

per le Sue creature.

Dono di Lui,

del Suo immenso amore,

dono di Lui,

del Suo immenso amore.

 

 

 

 

Leave a Reply